Mesotonica | La rassegna PRATOANTIQUA
231
page-template-default,page,page-id-231,page-parent,ajax_leftright,page_not_loaded,
title

La rassegna PRATOANTIQUA

2018

2016

2017

 

La città di Prato ha accolto e partecipato alle due edizioni del Festival “Pratoantiqua” (7 concerti che hanno coinvolto artisti da Italia, Repubblica Ceca, Siberia, Spagna, pubblico gremito e appassionato proveniente da tutta la toscana ed anche fuori regione), con il vivo desiderio che questo appuntamento possa rappresentare un momento di grande qualità artistica e musicale nazionale ed internazionale per il nostro territorio.

L’idea che anima la Rassegna è quella di unire elementi locali con elementi internazionali, la specificità territoriale della città di Prato ed il respiro di una musica che attraversa il Mediterraneo toccando il cuore della tradizione musicale barocca europea e della tradizione popolare extra-europea.

La scelta di Prato non è casuale. Prato come crocevia di culture, centro multiculturale e multietnico, è per noi un terreno fertile ed una occasione per una scommessa culturale senza confini predeterminati.

 

Palazzo Datini, casa del celebre Francesco Datini, icona del viaggiatore antico e della circolazione dei saperi oltre che dei beni, sarà la meravigliosa cornice del Festival, luogo principe per un incontro di immagini sonore che provengono da terre ed epoche lontane.

La musica più genericamente chiamata “antica” non è musica di “nicchia”, ma nasce e si sviluppa anche e soprattutto in ambiti popolari.

L’obiettivo principale di questa rassegna è quello di far conoscere e di rendere accessibile a tutti un mondo spesso relegato a spazi ritenuti alti, esclusivi, colti. Per questo gli ensemble proposti ed i programmi scelti hanno come filo conduttore il dialogo costante fra la tradizione più classica del mondo Barocco ed il mondo profano della cultura musicale popolare, dalla tradizione tartara al seicento barocco fino alla monodia trecentesca e al folklore spagnolo.