Mesotonica | Chi siamo
61
page-template-default,page,page-id-61,ajax_leftright,page_not_loaded,
title

Chi siamo

Mesotonica è un laboratorio in divenire, un teatro urbano dove la musica e le arti antiche escono dalla nicchia ed incontrano l’uomo prima dello spettatore

 

Domenica pomeriggio, quasi le 17.00. Prato.

Mettiamo il caso sia proprio Domenica, una di quelle Domeniche pomeriggio in cui i vostri passi si confondono con i cento di coloro che affollano il centro storico.

Mettiamo il caso che, immersi nel chiacchiericcio e nelle luci mai stanche dei negozi, vi imbattiate in una vetrina a lume di candela, in una tenda rossa e libri antichi appollaiati alle pareti, un pianoforte a coda e nessun palcoscenico ma sedie scompagnate, non una uguale all’altra, cuscini colorati, parole e musica.

Non si vende niente, si ascolta solamente. Se avvicinate il naso al vetro, la vostra curiosità facilmente verrà ripagata dalle note di un concerto, dai gesti e dalle parole di un artista che si racconta come nel salotto di casa, pur non essendo a casa.

Togliamo il “caso” e lasciamo che quella stessa curiosità vi spinga adesso ad oltrepassare il vetro.

Vi ritroverete al civico 36 di Via Muzzi.

La vetrina che state sbirciando è quella di Mesotonica, probabilmente ad accogliervi ci saranno le mani ed i sorrisi di due donne appassionate.

Siete a Mesotonica, per metà Laboratorio e per metà Teatro Urbano dedicato alla musica antica, al repertorio classico ed alla ricerca artistica.

Federica e Giovanna  sono due musiciste appassionate, due professioniste di livello internazionale da anni impegnate in una carriera artistica che le ha portate ad esibirsi in tutto il mondo, dall’Argentina al Giappone, passando per Parigi, Mosca, Berlino, Madrid, Pechino, Amsterdam, Vienna, New York.

Si ritrovano nel tinello di casa dove amano discutere, sognare e progettare.

Fondano Mesotonica nel Gennaio 2016.

 

 

FEDERICA BIANCHI

Federica Bianchi intraprende gli studi pianistici all’età di otto anni, diplomandosi brillantemente sotto la guida della prof.ssa Gea D’Atri. Dal 2001 si accosta alla musica antica e si dedica completamente allo studio del clavicembalo, diplomandosi nel 2005 con lode e menzione d’onore al Conservatorio di Firenze sotto la guida della prof.ssa  A. Conti. Nello stesso anno, presso l’Università degli studi di Firenze, consegue la laurea in Filosofia con massimo dei voti e lode. Si perfeziona in clavicembalo, basso continuo e tastiere storiche con Gordon Murray alla Universitaet fur Musik di Vienna e consegue il Master cum Laude al Conservatorium Van Amsterdam sotto la guida di Bob Van Asperen e Richard Egarr. Riconosciuta come uno dei grandi talenti della sua generazione è vincitrice di alcuni dei più prestigiosi concorsi internazionali dedicati alla Musica Antica: primo premio e premio speciale della giuria al concorso internazionale di clavicembalo “G.Gambi” di Pesaro, primo premio al “Goettingen Haendel Competition”, premio Weichlain al “Biber International Competition”, terzo premio al concorso europeo di clavicembalo “P. Bernardi” di Bologna. Prima clavicembalista italiana selezionata come clavicembalista e organista dall’ Accademia Barocca Europea d’Ambronay (2008),  e dall’ Orchestra Barocca Europea 2009 (EUBO) ha lavorato con alcuni fra i maggiori interpreti della musica barocca quali P. Mullejan, L.U. Mortensen, E.Onofri, J. Tubery, E. Higginbottom. Ha collaborato e collabora con ensembles quali Il Pomo d’Oro, Les Musiciens du Louvre, Le Musiche Nove, L’arte dell’Arco, European Baroque Orchestra, Amsterdam Baroque Orchestra, Spira Mirabilis, Concerto de Cavalieri, La Fonte Musica e con artisti quali Marc Minkowski, Franco Fagioli, Joyce DiDonato, Vivica Genaux, Max Cencic, Stefano Montanari, Philippe Jarousski, Maurice Steger, Simone Kermes, Riccardo Minasi, Karina Gauvin, Federico Guglielmo, esibendosi come solista e continuista nelle più prestigiose sale da concerto, Musikverein Vienna, Konzerthaus Berlin, Melk Barocktage, Haydn Festival Eisenstadt, MAFestival Bruge, Kanazawa Japan Concert Hall, Alte Oper Frankfurt, Parigi Salle Gaveaux, Opera Royale Versailles, Wigmore Hall e Barbican Theater London, Auditorium National Madrid, Theatre des Champs -Elysèes Paris ecc.

Dal 2012 ha intrapreso con l’ensemble La Fonte Musica (Diapason D’Or 2017) un percorso di ricerca sulla musica tardomedievale, approfondendone la prassi storica attraverso lo studio di tastiere quali il clavicymbalum e l’organo gotico.

Ha inciso per Decca, Deutsche Grammophone, Sony DHM, Erato, Warner, Alpha e  Brilliant Classic.

E’ cofondatrice e direttore artistico di “Mesotonica”.

 

 

 

GIOVANNA RIBOLI

Giovanna Riboli, nata a Firenze, si diploma in Pianoforte nel 2001, in Organo e composizione organistica nel 2009. Dopo gli studi italiani si trasferisce in Olanda dove ottiene le lauree di Bachelor e Master in Organo al Conservatorium van Amsterdam nella classe del  M° Pieter van Dijk, specializzandosi nell’interpretazione su strumenti storici e concludendo gli studi esibendosi in un concerto nel famosissimo organo di Sint Bavo Kerk in Haarlem, un Christian Muller del 1738. Nel 2017 si laurea in Direzione di coro con il massimo dei voti e la lode sotto la guida del M° Fabio Lombardo dirigendo la “La Via Crucis” di F. Liszt in un esame concerto nel quale, oltre alla direzione, ha integrato la regia di elementi scenici desunti dallo studio storico interpretativo e presentati con il lavoro di tesi, ponendo nuove ipotesi per lo studio armonico e compositivo dell’ultimo Liszt.

Ha perfezionato lo studio degli strumenti partecipando a vari corsi di interpretazione con Maestri di fama internazionale come B. Canino, J. Demus, P. Badura-Skoda, M. Imbruno, M. Haselböck, K. Schnorr, G. Leonardht, E. Bellotti e W.Porter.

Fin da giovanissima ha mostrato grandi doti interpretative, segnalate anche dalle giurie, ottenendo premi in concorsi di interpretazione musicale come i Concorsi pianistici “Città di Chieti” (1990), “F.I.D.A.P.A.” di Pisa (1991, 1992, 1999), ”Mascia Masin” (1999), “Liburni civitas” (1999-2000), ed i Concorsi Organistici “A. Esposito” (2003), “Camillo Guglielmo Bianchi” (2010) e ”Agati Tronci” (2014).

Si esibisce regolarmente come solista e in diversi gruppi da camera in Italia, Olanda, Germania,      Spagna, Francia, Argentina, Uruguay in prestigiosi festival di musica internazionali collaborando con importanti direttori di coro e di orchestra. Inoltre, ha suonato per televisioni spagnole e americane; per quest’ultima si è esibita nell’organo del “Duif Kerk” di Amstedam per la trasmissione “The amazing race”, che ha vinto per 11 volte l’Emmy Awards come miglior programma televisivo americano.

Oltre all’attività concertistica, si dedica alla docenza e alla ricerca nel campo della musicoterapia.

Ha ricevuto ottime recensioni in campo internazionale tra cui quella del noto critico di musica Rene Vargas Vera per il giornale nazionale argentino La Nacion.

Dal 2009 al 2012 è stata organista assistente della Oude Kerk, della Nieuwe Kerk e del Duif Kerk di Amsterdam ed ha fatto parte del comitato organizzativo del “International Sweelinck Festival” (Oude Kerk Amsterdam). È stata organista della Catedral Anglican San Juan Bautista di Buenos Aires.

È organista titolare della Badia Fiorentina di Firenze dove suona un organo Zeffirini del 1558 con   temperamento mesotonico, è direttrice del coro “Dino Bonciani”, del coro “Minima Choralia” e del coro della Biblioteca Nazionale di Firenze.

E’ cofondatrice e direttore artistico di “Mesotonica”.